Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2017

Chi sei, Gesù? Il Salto di D**...

Immagine
"Chi sei tu, Gesù di Nazareth, il figlio di Maria e del carpentiere e i cui fratelli sono ancora tra noi?" Questa domanda sempre risuona tra noi e fai bene e chiederci ancora «Ma voi, chi dite che io sia?».Esitiamo, ma non perché non sappiamo la risposta di Pietro e della Chiesa che è nata da lui. Quella risposta la conosciamo benissimo (... e in Gesù Cristo, suo unico Figlio...). Però esitiamo. Esitiamo perché siamo pieni di dubbi, e non su di  te, ma sulla relazione tra te (Gesù di Nazareth figlio di Maria di Nazareth sposa di Giuseppe di Nazareth della Casa di David) e il fatto che chiami l'Immensità Santa, lo stesso D**, "Padre" e ne reclami l'amore come qualcosa di presente e di attuale. Come qualcosa di tuo, che è parte della tua natura.Esitiamo perché qui c'è un salto. E non è un salto che dobbiamo fare noi. Noi sappiamo saltare come vogliamo, imbrogliando e facendo sul serio sappiamo saltare fino a dove bisogna.Qui c'è un salto che fa D**, l&#…

L'amore cambia chi ama...

Immagine
...anche D**.

"Il Dio è l'Uno, l'Immobile, l'Eterno. Impossibile cambiare il Dio". Così dicono i filosofi, certi dei loro discorsi, nell'intelligenza delle loro ragioni. Tuttavia mi sembra, Gesù mio, che tu hai agito diversamente. Infatti tra la netta preferenza per chi è piccolo e chi è bambina e la scelta di dare "la buona notizia di D**" innanzitutto a chi è nellapovertà - e in tutte le possibili situazioni di povertà - la tua opinione su questo D** che tu chiami "Padre" (Abbà, che significa babbo, papà ... più che padre in senso eticamente alto), tuttavia mi sembra che tu pensi che l'amore può cambiare anche D**, il Solo Amore. Qui, in questo vangelo di questa domenica, c'è un altro esempio molto bello. Ascoltiamo la tua Parola, Gesù.

Mt 15,21-28 "Partito di là, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidòne. Ed ecco una donna Cananèa, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! …

Essere fede...

Immagine
...è camminare sulle acque,nelle orme di D**



Non è che ci chiedi poco.
Cioè, ci chiedi poco. Solo di crederti e di amarti. Avere ed essere fiducia in te. E noi ci proviamo ogni giorno.
Ma poi fai come in questo vangelo, arrivi di notte, durante una tempesta, camminando sulle acque, e così stravolgi sempre le nostre aspettative e ci fai vedere quanto è poco in noi quel poco che tu ci chiedi.
Ascoltiamoti.


Mt 14,22-33
"[Dopo che la folla ebbe mangiato], subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo.
La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il vento infatti era contrario. Sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare. Vedendolo camminare sul mare, i discepoli furono sconvolti e dissero: «È un fantasma!» e gridarono dalla paura. Ma subito Gesù parlò…

La trasfigurazione del Signore

Immagine
Gesù e (è) D**.

Ma cos'è questa vicenda della Trasfigurazione, Gesù mio?
Certo, il fatto in sé è comprensibile in fretta.
Ti fai vedere da Pietro, Giacomo e Giovanni, (i tuoi discepoli più cari) in un "momento" della tua bellezza divino-umana e mentre parli di quello che stai andando a fare a Gerusalemme con Mosè ed Elia.
Altrettanto certo è il fatto che subito serve a niente, cioè tutti e tre ti abbandoneranno alla tua Passione e Morte, e tu non potevi non saperlo.



Allora perché? 
Per fare vedere una prova, un'esperienza, della presenza del divino nella tua vita? 
Per rafforzare la debole fede di quei tre discepoli a te così cari? 
Per dare a te una gratificazione e una approvazione divina, e di quel divino così lontano che tu chiami "Padre", esplicita del tuo operato - esplicita anche per te, Gesù mio?
Sì.
Ci sono tutte queste cose, Gesù mio, ma sopratutto c'è l'amore.


 Ascoltiamoti, con cuore aperto.

Mt 17, 1-9
"Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giov…