Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

Solo D*** è ricchezza...

Immagine
... di vita e di amore.





Gesù, tu ci presenti D** come amore, amore genitoriale, amore di Padre e Madre, amore  gratuito e libero.
D** Amore Forte per noi. E ci chiedi di scegliere questo amore.


Gesù Signore, ti opponi nettamente alla ricchezza perché sai benissimo che noi tendiamo a farne l'unico vero dio, quello a cui crediamo sempre volentieri, facilmente.
Invece ci proponi D** Amore come nostra unica ricchezza, come nostra vita, e ci fai capire quanto sia per noi bello e necessario, indispensabile e urgente affidarci all'amore gratuito e potente di questo D**, che ci ama.
E ci ama infinitamente.
Ma ascoltiamo la tua Parola.


Mt 6, 24-34c
«Nessuno può servire due padroni, perché o odierà l’uno e amerà l’altro, oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire Dio e la ricchezza.
Perciò io vi dico: non preoccupatevi per la vostra vita, di quello che mangerete o berrete, né per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita non vale forse più del cibo …

Amare e amarci...

Immagine
... come ci ama D**.


«Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».
Che cosa significa, Gesù, "essere perfetti" come l'Eterno Bene?
Se tu ce lo chiedi allora è possibile, se tu lo proponi "possiamo farlo". Certo non da soli.
Ma tu ci sei, sei qui con noi. Tu vivi con noi e ci sostieni sempre. Allora, se tu ci chiedi di fare così, davvero noi "possiamo fare così", come tu chiedi.

Ma che cosa ci chiedi?
Che cosa significa, concretamente, "essere perfetti come è perfetto D**"?
Ascoltiamoti.



Mt 5,38-48
«Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltar…

La parola e l'amore...

Immagine
... sono parole e amori, vita, esistente nelle nostre vite intrecciate.




C'è qualcosa, Gesù sposo, che mi fa impazzire nel meraviglioso brano evangelico che ci regali questa settimana.
La conclusione.
Quel bellissimo «non giurate affatto» con cui il  brano conclude, raccomandando di essere sintetici e chiari.
Se diciamo sì, sia sì, se diciamo no, sia no.
Il resto, tutto il resto di cui ci nutriamo noi ogni giorno, viene dal maligno.
Tu lo puoi dire a voce alta e con libertà e pazienza, perché tu sei l'amore, quell'amore che vive della Parola di D** che è diventata carne e sangue, passioni e scelte, amore e libertà.
Che sei Tu, Gesù sposo, tu che da Nazareth di Galilea e dall'ultimo clan di David re sei arrivato fino a noi, a questo mondo nato da te e dalla tua Parola, di D**.
Tu che ci insegni a parlare dentro alla presenza di D**, cioè con amore, con la Parola di D** e nel suo regno.
Ascoltiamoti.


Mt 5,17-37
«Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profet…

La luce e il sale ...

Immagine
... e l'umanità è al suo opposto. Ma tu hai già vinto, Gesù.
La città sopra il monte è sempre illuminata dal sole, dalla luna, dalle stelle. Dagli sguardi umani. Vero, Gesù? Così tutta la Terra ha bisogno del sale e chi ti segue, Gesù, o è sale o è niente. Vero? Messaggio stupendo, terribile e durissimo. Devono essere visibili le nostre “belle/buone opere” (τὰ καλὰ ἔργα) davanti a tutti gli umani, perché così possano glorificare D** per la nostra presenza.



 Ascoltiamo la tua Parola, Gesù, c’è bisogno di te.




Mt 5,13-16 «Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente.
Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa. Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano…