Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

Ascoltiamo nel tuo Nome

Immagine
Ascoltiamo Gesù




"In quel tempo, Giovanni disse a Gesù: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava demòni nel tuo nome e volevamo impedirglielo, perché non ci seguiva». Ma Gesù disse: «Non glielo impedite, perché non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me: chi non è contro di noi è per noi.
Chiunque infatti vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa.
Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, è molto meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare. Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala: è meglio per te entrare nella vita con una mano sola, anziché con le due mani andare nella Geènna, nel fuoco inestinguibile. E se il tuo piede ti è motivo di scandalo, taglialo: è meglio per te entrare nella vita con un piede solo, anziché con i due piedi essere gettato nella Geènna. E se il tuo occhio ti è…

Una preghiera

Immagine
Gesù, Gesù mio,
ti chiedo una preghiera.
Mio Re, non ti chiedo una notte di preghiera, come facevi quando eri con noi, ma solo una piccola preghiera, di quelle che ci passano vicine e sono un silenzio d'allegria nella nostra vita.
 Ti chiedo una preghiera per un delinquente.
Amore mio, tu sai già tutto e tutto già fai, lo so.
Ma io sono nel tempo e nel tempo devo vivere, lasciando tracce di tempo nel tempo.
Così metto qui, nel nostro blog, quella preghiera che ho mandato in giro, per supplicare le sorelle ed i fratelli di fare una piccola preghiera a te e con te, per questo piccolo delinquente.
E tu, Amico mio, sai qual è poi la vera ragione della mia richiesta, ne sai il nome ed il cognome. E sai cosa fare.
Tutto ti affido, ad iniziare dalla mia vita. E ti benedico, dal mio poco al tuo immenso tutto.
ciao r

"Un sito improbabile ... Dagospia ... un articolo ... "che ne ho letti di migliori" ... una vicenda banale, ma che (banalmente) mi commuove.

Ho le mie ragioni, n…

Un 11 settembre, al modo di Gesù

Immagine
Signore Gesù, forse sono un poco stanco.
Ma arrivati a oggi sento che due cose le devo scrivere su questa data dell'11 settembre, una preghiera te la devo lasciar fare.

Che cosa è successo l'11 settembre tu lo sai.

In questa pagina di Wikipedia (http://it.wikipedia.org/wiki/11_settembre) c'è un piccolo elenco di alcune cose che sono successe in un qualche 11 settembre di un qualche anno.
Secondo la mia modestissima opinione il più importante di tutti questi giorni è, senza discussioni, il primo.

Secondo te non lo so, e potrei osare di suggerire a tutti che quell'11 settembre del 1609 in Spagna ti provocò molto dolore ... ma non posso dire e non dico.

Quello che vorrei dire a Francesco, ad Alessandro, a Nicolò, a Nicoletta, a Virginia, a Chiara ... a tutte quelle persone cui voglio bene e che contrappongono il colpo di stato in Cile alla strage delle torri gemelle a New York, quello che vorrei dire loro è che non è contrapponendo morti a morti che si trova la strada pe…

Passare per la Chiesa

Immagine
La tua Chiesa e la nostra speranza: un voce.




Mio Re, due paginette finali di Dietrich Bonhoeffer mi fanno capire in che modo sia necessario passare per per la tua Chiesa, quella reale e storica, per fare il Regno ed arrivare al Regno.
Cioè, il Regno si fa solo nell'attraversamento della Chiesa e della sua condizione di peccato, condizione che è reale e però salva la mia miseria perchè mi pone nella fede della tua Parola, la Parola che agisce e salva nel mondo ben oltre l'operare umano.
La Chiesa, questa Chiesa peccatrice,  e solo lei, nella Speranza ed attraverso la fede mi consegna a te, il Re Santo, che mi consegnerai al Padre.
La nostra strada in te esiste solo attraversando la durezza dei tempi e mai soltanto nella felicità dell'amore che, pure, tu ci trasmetti in abbondanza. Perché tu ha vinto il mondo ed è questa "certezza di fede" che ci consente di operare nel mondo contro quel nemico che lavora in mezzo a noi, che viviamo nella lotta senza poter separare…

Il Re che vince quando perde

Immagine
Il Regno povero ed il Re spezzato.


«È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato». Lc 4, 43





Gesù, Gesù mio.
Tu, Pane spezzato per tutti, Parola che libera; Tu amore: io son tuo e tu sei mio, ma tu non sei "nostro". 
Così non possiamo trattenerti nella nostra città, per farti parte della nostra "civiltà", perché tu sei il pane spezzato che deve portare la bella notizia del regno di Dio anche "alle altre città". 
Tu sei il Re che è libertà e povertà ed insegni soltanto libertà e povertà. 
Sopratutto ci istruisci nella povertà verso e dentro il regno di Dio, verso e dentro di te che ci arricchisci di quel bene che subito perdiamo, perchè lo dobbiamo donare a chi non ne ha, perché non è nostro, ma è loro. Il Regno è proprietà di chi non crede nel Regno.





Tu, che di questo Regno sei il Re che si spezza per chi non crede in lui e per chi lo uccide. 
Tu ci insegni che rispetto al mondo abbiamo niente …